Crostata con crema pasticcera e fragole

Partecipazione G.
😐 😐 😐 😐 😐

DSC_0074_scaled

Eccoci qui dopo tanto tanto tempo.

Eh si più di un anno

Beh d’altra parte non ti va mai di ccucinare con me…

Eh va beh…in questo periodo non mi va…Ma tu però cucini sempre anche da solo…

Si, ma questro blog come sanno i nostri lettori affezionati è nato, e vorrebbe restare, un blog di cucina a 4 mani, anzi a 2 mani e 2 manine.

Va beh dai…qualche volta cucinerò con te…

Grazie…

Ecco questa è più o meno la situazione…e la pupa compie 8 anni tra qualche giorno…chissà quando arriviamo all’adolescenza. Ma una ricetta ed un po’ di vita da raccontarvi ce l’ho. Eh si, perchè a dispetto del fatto che questa ricetta finirà nella rubrica “papa neo single”, ci sono novità nella mia vita. E mi piace raccontare ai nostri lettori come la mia eccezionale bambina abbia spiegato questa cosa ad una sua amica mentre giocavano:

“Ma no…guarda…è anche giusto che anche i grandi dopo tanto tempo si innamorino. E alla fine non è male. Guarda ti spiego come funziona….prima ti dicono che è un amico o una amica…ma tu hai già capito tutto, che non siamo nate ieri….poi ti dicono tutto e piano piano cominci a conoscerli. E a me sono simpatici sia F. che D.”

Eh si e mentre io mi facevo problemi su come introdurre la cosa, lei aveva già capito tutto…perchè non è nata ieri. Comunque il rapporto della piccola G. con F. al momento è buono, molto buono. Ed ovviamente papà ne è felice, molto felice.

E questa è la torta di compleanno che ho fatto per F. Torta che è piaciuta anche a G. quando l’ha assaggiata

Anche se senza fragole sarebbe stata più buona…che a me non piacciono

si va beh…prima di passare alla ricetta, lasciatemi dire che non sono più un papà neo-single, ma sono neo-qualcosa. Eh si perchè contrariamente a quanto si possa pensare, a quanto anche persone molto vicine possano pensare, nela vita si può avere fatto tutto ed il contrario di tutto, ma il presente ed il futuro sono sempre e comunque una sorpresa, qualcosa di totalmente diverso da quello che si conosce e nel quale essere serenamente e gioiosamente neofiti. Ed in fondo è proprio questo il bello della vita

 

Gli strumenti:

  • Teglia da crostata da 28 cm
  • Planetaria con frullino per montare e gancio a foglia (o in alternativa robot da cucina e fruste elettriche)
  • Un pentolino
  • Una frusta
  • fagioli secchi o sferette per cuocere crostate a vuoto
  •  Carta forno
  • tagliere e coltello

 

Gli ingredienti: Per la crostata

  • 240 g di farina debole (00)
  • Burro freddo 115 g
  • 2 tuorli di uova
  • Zucchero fine 110
  • 700 g circa di fragole

Per la crema pasticcera

  • 6 tuorli d’uovo
  • 160 g di zucchero
  • 1 bacca di vaniglia
  • 500 g latte
  • 40 g di amido di riso (o 45 di maizena o frumina)

Per lo sciroppo

  • 100 g di acqua
  • 120 g di zucchero
  • 20 g di succo di limone

Innanzitutto preparo la crema pasticcera con il metodo Montersino: montiamo i tuorli con lo zucchero e i semi della bacca di vaniglia usando la planetaria (o le fruste elettriche). Quando sono chiari e spumosi incorporiamo con una spatola gli amidi. Portiamo quasi a bollore latte e panna e aggiungiamo tutte insieme le uova. Lasciamo sul fuoco fino a quando il latte bolle tutto intorno alle uova galleggianti e iinizia bollire anche un pochino in mezzo. A questo punto giriamo velocemente con la frusta per 30 secondi ed il gioco è fatto.

Mentre la crema si raffredda in frigorifero, preparo la pasta frolla. Io lo faccio con la planetaria con il gancio a foglia, ma potete farlo anche con un robot da cucina, o con le mani. L’unica accortezza è che ggli ingredienti non si devono scaldare troppo, quindi si impasta velocemente a mano e si lavora “ad impulsi” con il robot. Metto la palla 15/30 minuti in frigorifero coperta dapellicola e quindi stendo in un disco della dimensione giusta per la teglia da 28 cm.

La torta va cotta a vuoto, bucherellandola, coprendola con un foglio di carta forno e quindi aggiungendo dei pesi (tipicamente i fagioli secchi, ma adesso vendono anche delle sferette di porcellana fatte apposta). Si inforna in forno già caldo a 180 gradi per 15 minuti circa. Si toglie quindi la carta da forno ed i pesetti e si inforna di nuovo per una decina di minuti.

La torta dovrà raffreddarsi completamente prima di mettere la crema. Nel frattempo tagliate le fragole a metà (eccetto una che metterete al centro) e preparate lo sciroppo: sciogliete lo zucchero nell’acqua e portate a bollore. Lasciate bollire lo sciroppo per un paio di minuti e quindi aggiungete il succo di limone. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire.

Mettete sul fondo della torta la crema pasticcera, stendendola con una spatola o il dorso di un cucchiaio bagnati. A questo punto disponete le fragole a raggiera, partendo dall’esterno. Infine spennellate con lo sciroppo tiepico che le renderà lucide e più dolci.

Da bere…con la crema pasticcera e le fragole…beh direi un recioto…ma nache un lambrusco dolce…trovandone uno buono che non è semplicissimo

 

DSC_0068_scaled DSC_0070_scaled

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...